Contenuto principale

Chi siamo

  1. Breve storia dell’Istituto

L’Istituto “E. Fermi” di Bagnara Calabra deve la sua attuale configurazione sia al processo di razionalizzazione scolastica attuata nel 1999 all’interno del distretto in cui è collocato, sia alla progressiva espansione della azione educativa svolta oltre i confini della città tirrenica. Attualmente esso comprende:  il Liceo Scientifico e l’Istituto Tecnico Industriale con sede a Bagnara Calabra, il Liceo Scientifico di Sant’Eufemia d’Aspromonte e l’IPSIA di Villa San Giovanni.

Il Liceo Scientifico istituito a Bagnara Calabra nel 1961, come sezione staccata del Liceo Scientifico Statale "Leonardo da Vinci" di Reggio Calabria, ha rappresentato il primo nucleo dell’Istituto.

Allora la scuola aveva sede in un prefabbricato sito sul viale Turati, in corrispondenza con la via Scesa Rosario, e contava una sola classe.

Nell'anno scolastico 1969/70 il Liceo di Bagnara diventò sezione staccata del Liceo Scientifico Statale "A. Volta" di Reggio Calabria. Per far fronte all’aumento del numero delle classi, al prefabbricato preesistente, se ne aggiunse un altro costruito nei pressi di Piazza Stazione.  Il 1 ottobre 1970 la Scuola divenne autonoma, contando all’epoca su nove classi.

Nel 1972 l'Istituto venne trasferito negli attuali locali del Palazzo Vincenzo Morello, antica residenza signorile, che passò di mano in mano, prima di essere acquistata dal Comune di Bagnara, che ne dispose la definitiva destinazione a sede scolastica. Il Palazzo Morello fu, infatti, la dimora di rappresentanza del senatore e giornalista Vincenzo Morello e fa parte del complesso di bellissimi palazzi costruiti a Bagnara intorno agli anni Venti-Trenta. Un recentissimo intervento di recupero ha consentito di restituire alla città uno dei gioielli artistici, soprattutto per i mosaici esterni, tornati a splendere come in origine, con alcuni motivi che richiamano i decori che caratterizzano gli interni dell’edificio. Contigua al complesso principale, una lunga struttura di più recente costruzione, e purtroppo non armonizzata al disegno architettonico dell’edificio principale, si snoda al solo pianoterra. Essa ospita la palestra dell’Istituto e due laboratori.

Nei primi anni settanta, dal Liceo di Bagnara dipendevano le due sezioni staccate di Sant'Eufemia d'Aspromonte e di Oppido Mamertina, quest’ultima divenuta autonoma nell'anno scolastico 1974/75.

Dal 1 settembre dell’anno 2000, a seguito della revisione degli ordinamenti scolastici e dell’ampliamento dell’offerta formativa, la scuola è andata strutturandosi come Istituto di Istruzione Superiore “E. Fermi”, associando al Liceo Scientifico di Bagnara Calabra la locale sezione dell’Istituto Tecnico Industriale “Vallauri” di Reggio Calabria, situata in un edificio con affaccio nella piazza antistante la sede liceale, e la sezione staccata del Liceo di Sant’Eufemia d’Aspromonte.  

Un’ulteriore articolazione nella struttura dell’Istituto si è registrata nel 2012 quando, per effetto del Piano di Dimensionamento della rete scolastica provinciale,  l’IPSIA di Villa San Giovanni è stato ad esso formalmente associato.  Puntando su un sempre crescente ampliamento dell’offerta formativa, dall’a. s. 2013/2014, ai pre-esistenti indirizzi di studio si è aggiunto l’indirizzo Logistica e automazione, che ha soddisfatto la crescente richiesta da parte dell’utenza.

Dall’anno scolastico 2013/2014, l’Istituto Industriale di Bagnara ha arricchito il suo piano di studi con l’attivazione dell’Indirizzo Nautico – Trasporti e Logistica (Conduzione del Mezzo). Attraverso l’attivazione di questo nuovo percorso formativo, l’Istituto “E. Fermi” puntava a intercettare una nuova utenza di alunni venendo incontro a nuove esigenze formative, mettendosi al servizio di chi è appassionato di navi e del settore del trasporto marittimo, interessato a un lavoro aperto alla globalizzazione e alle innovazioni tecnologiche che non ha confini nel mondo, curioso di capire come una piccola innovazione in un campo come quello della mobilità marittima può produrre grandi cambiamenti nella misura in cui rende la circolazione di merci e persone più efficiente e rapida. 

A partire dal 3 novembre scorso, ultimati i lavori di adeguamento e ristrutturazione, il Liceo Scientifico di Sant’Eufemia d’Aspromonte è stato trasferito in una nuova sede. Si tratta di un edificio situato in via Telesio, nel cuore della parte antica del paese che si adagia ai piedi dell’Aspromonte. In passato generazioni di alunni della scuola Primaria e, successivamente della locale scuola dell’Infanzia, hanno varcato la soglia di questo stabile, che ritorna così ad essere luogo di cultura e formazione.  

  1. Contesto territoriale di riferimento

L’Istituto d’Istruzione Superiore "E. Fermi" vanta una solida tradizione nel territorio, con un bacino di utenza che, complice la dislocazione dei diversi plessi e la varietà degli indirizzi di studio attivati, abbraccia l’area tirrenica compresa tra le città di Bagnara Calabra e Villa San Giovanni, fino ad includere la zona pedemontana di Sant’Eufemia d’Aspromonte e i comuni limitrofi di Sinopoli e San Procopio. 

La scuola svolge la sua missione educativa in un territorio estremamente eterogeneo, al cui interno coesistono istanze e realtà socio-economiche e culturali diverse. L’area non è interessata da insediamenti produttivi di particolare rilievo. L’entroterra si caratterizza per il prevalere di attività commerciali al dettaglio o legate al settore primario, quali l’agricoltura, con la sporadica presenza di piccole realtà produttive artigianali, a conduzione famigliare, dedite alla trasformazione di prodotti rurali quali oleifici, pastifici e caseifici.  L’area costiera di Bagnara Calabra e Villa S. Giovanni, benché segnata anch’essa da modesta vivacità economica, ha da sempre dimostrato una vocazione turistica, soprattutto la città di Bagnara nel periodo estivo, e marinara, potendo contare su qualche struttura ricettiva e su infrastrutture connesse con il settore della pesca e il trasporto marittimo. La popolazione scolastica proviene per la maggior parte da famiglie con reddito medio o medio-basso, che comunque ripongono ampie aspettative verso il raggiungimento degli obiettivi formativi della scuola, se si considera l’utenza del Liceo scientifico. Esse appaiono attente alla formazione educativa e culturale dei propri figli, convinte che la scuola sia mezzo di effettiva promozione umana, culturale e sociale.

Quasi tutte le sedi dell’Istituto “E. Fermi” sono frequentate da un certo numero di studenti pendolari che usufruiscono dei mezzi pubblici (treni ed autolinee). Questo è causa di difficoltà alle famiglie ed alla Scuola, poiché le autolinee non sempre si adeguano alle direttive di facilitazione emanate dagli organismi regionali, né sono disponibili a modifiche dei loro orari in funzione del regolare svolgimento delle lezioni.

Le opportunità di incontro e di aggregazione nel territorio sono alquanto limitate, ove si escludano le iniziative parrocchiali a carattere sociale, alcune sale di videogiochi, qualche circolo sportivo e le piazze cittadine. La scuola, pertanto, si adopera per offrire all’utenza formative occasioni di confronto e di scambio, mediante progetti e attività extracurricolari.

Submit to FacebookSubmit to Twitter
Allegati:
Scarica questo file (10_Italiano_fasc_1_STAMPA.pdf)10_Italiano_fasc_1_STAMPA.pdf[ ]1402 Kb